Vai al contenuto

L’assicurazione per motore marino è uno degli obblighi principali che qualunque proprietario di un natante deve seguire, anche se l’imbarcazione è dotato di motore fuoribordo. 

Un tempo infatti il limite di 3 cavalli consentiva di essere esonerati dal sottoscrivere assicurazione per motori marini inferiori a quella potenza, ma tale limite è oggi decaduto. 

Pertanto, ogni motore marino amovibile (fuoribordo) ha l’obbligo di essere dotato di apposito certificato assicurativo.

Le modalità e le specifiche per questo genere di assicurazione sono diverse. 

Nelle prossime righe cercheremo quindi di approfondire il tema e di rispondere alle principali domande dei proprietari di imbarcazioni su questo argomento.

Perché è necessario assicurare un motore marino

Al pari di quelle su strada, anche le percorrenze in acqua sono soggette a potenziali pericoli per l’imbarcazione e per gli altri natanti. 

Non è escluso infatti che la guida, o le condizioni esterne, possano creare i presupposti per un sinistro in grado di procurare danni a persone e cose. 

Per questa ragione ogni barca deve possedere la classica assicurazione per la responsabilità civile.

Come detto, la stessa regola viene applicata per i motori fuoribordo, la cui caratteristica principale è quella di poter essere montati su imbarcazioni diverse e devono dunque essere dotati di una propria tutela legale.

Piccola specifica: l’obbligo non riguarda barche a remi, ovviamente, e barche a vela non dotate di un motore ausiliario. 

In generale dunque la legge richiede assicurazione per qualunque unità da diporto (al di fuori delle eccezioni) per danni causati a terzi. 

 

In questi casi il massimale non può essere inferiore a due milioni e cinquecentomila euro. 

 

Le unità da diporto sono le navi, i natanti, le imbarcazioni a scopo ricreativo che navigano in mare, in lago o 

in qualunque altro contesto di acque interne. 

 

Tale norma non riguarda imbarcazioni commerciali o da pesca che, a loro volta, seguono un iter legale diverso e una specifica assicurazione.

 

Come funziona l’assicurazione per motore marino

La stipula di un contratto di assicurazione per motore marino non segue un iter troppo diverso da quello applicato all’assicurazione per motori terrestri. 

Esiste infatti una copertura di base e poi tutta una serie di coperture secondarie attivabili anche se non obbligatorie.

In questo senso parliamo per esempio alla tutela sull’infortunio o incidente per i membri dell’equipaggio oppure per passeggeri trasportati, fino alla copertura per macchine e singoli componenti del motore dell’imbarcazione. 

Senza contare che per quanto riguarda i veicoli di tipo commerciale o agonistico esistono coperture diverse e specifiche, inerenti per esempio – in caso di attività agonistiche – alle polizze sui rischi gare o a quelle legate al noleggio (che potrebbe rendere necessarie tutele personalizzate), fino all’assicurazione per gli istruttori in caso di imbarcazioni che prevedano questo genere di attività.

Dal punto di vista economico esistono, così come per le assicurazioni terrestri, diverse possibilità legate alle offerte delle varie compagnie assicurative. 

In questo senso vale la pena munirsi di diversi preventivi per poter confrontare non soltanto il prezzo, ma anche: 

  • le tipologie di coperture; 
  • i massimali;
  • la serietà dell’azienda; 
  • la tipologia di liquidazione del danno;
  • le recensioni dei clienti già assicurati e quant’altro.


Obblighi e modalità per assicurazione motori fuoribordo

Una volta sottoscritta la propria polizza assicurativa il proprietario del natante è tenuto a conservare a bordo il certificato assicurativo e il relativo contrassegno, al fine di essere pronto ad esibirlo in caso di necessità. 

Questo vale tanto per l’assicurazione per la responsabilità civile che per l’assicurazione al motore marino.

L’obbligo di custodia a bordo dei documenti vale tuttavia soltanto per certificato e contrassegno, ma non per il contratto di assicurazione che viceversa può essere tranquillamente conservato in luogo diverso. 

Si consiglia tuttavia di custodire quest’ultimo con altrettanta accortezza dal momento che, in caso di necessità qualora si verificasse un sinistro, potrebbe essere importante consultare i doveri e i diritti sottoscritti in fase di stipula. 

Questo al fine di non trovare spiacevoli sorprese o vedere disattese le proprie aspettative in relazione alla liquidazione del danno.

Obblighi per barche ormeggiate con motori marini fuoribordo

Non tutti sanno che gli obblighi assicurativi di legge non riguardano soltanto le barche destinate a percorrenza, ma anche quelle che restano ormeggiate per un lungo periodo. 

Molti pensano infatti che il fatto che il natante non sia in movimento implichi la non necessità di assicurarlo contro eventi avversi.

 

La Corte di Cassazione chiarisce invece che l’ormeggio non è altro che un momento della navigazione e che esso avviene tra l’altro in un luogo non privato bensì gestito da enti terzi, questo significa che l’assicurazione per tutela del natante, del motore marino e di terzi è chiaramente facente parte dell’obbligo di legge.

Vale la pena infine specificare che per ogni dubbio relativo alla tipologia di assicurazione per motore marino da sottoscrivere, esiste un documento chiamato Diritto di navigazione che chiarisce un po’ tutti gli aspetti delle percorrenze in mare o in acque interne, e che si integra più in generale alle normative di percorrenza relative ai veicoli a motore.

Conclusioni

Questo approfondimento sull’assicurazione del motore marino è stato realizzato dal team di Officina Navale Landini al fine di informare meglio il cittadino sulle modalità di copertura assicurativa per queste importanti componenti dell’imbarcazione.

Non dimenticate che la nostra officina navale è un punto di riferimento in Toscana (ma non solo) per l’assistenza motori di vario tipo, come:

 

Per avere una panoramica completa sui nostri servizi o anche solo saperne di più sulla nostra realtà, ti invitiamo a leggere i contenuti del nostro sito e, se hai necessità di assistenza, contatta pure la nostra officina di Porto Santo Stefano:

Torna su
My Agile Privacy
Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione. Cliccando su accetta si autorizzano tutti i cookie di profilazione. Cliccando su rifiuta o la X si rifiutano tutti i cookie di profilazione. Cliccando su personalizza è possibile selezionare quali cookie di profilazione attivare.